A memorable quote

20 November 2013 → quotes letta cancellieri civati cuperlo gentiloni alfano ruini napolitano pd politica renzi

Le cose stanno, naturalmente, all’esatto contrario di quanto ha detto ieri sera Letta, antico democristiano e quindi maestro d’ipocrisia.

E il rovesciamento logico questa volta è davvero notevole: arriva a gabellare che Cancellieri non è politicamente responsabile di nulla, per il suo operato, ma su di lei è stata imbastita una campagna per far cadere il governo; mentre la realtà – della storia e della cronaca – dice che Cancellieri è un ministro impresentabile di suo, il quale tuttavia non può essere dimissionato perché altrimenti cade il governo.

Questo accade quando i calcoli politici prevalgono su ogni etica, su ogni coerenza, su ogni onestà intellettuale: l’architettura della balla sistematica a fini di convenienza.

Okay, lo abbiamo capito, d’accordo: la catena Letta-Alfano-Ligresti-Ruini-Napolitano non si può toccare, come la corrente ad alta tensione.

Grazie di avercelo ricordato, anche se un po’ lo sospettavamo già.

Quello che invece oggi ci pare più chiaro che mai è che di questa cordata il Pd è solo un simpatico e pavido ammennicolo.

E questa volta non sto parlando solo del vecchio establishment cooptato da Bersani e D’Alema, ma anche dei tre candidati alle primarie dell’8 dicembre, che con toni e decibel diversi avevano tutti convenuto sulla impresentabilità di Cancellieri – cioè che il problema fosse lei, non la successiva campagna per farla dimettere – e che ieri sera hanno chinato la testa, guaito e incassato, esponendosi comunemente a una figura di merda epocale, in nome della famosa ‘responsabilità’.[…]

 

A memorable quote

[…]i fatti purtroppo parlano chiaro: quando più di quattro mesi fa 100 deputati di quasi tutti i gruppi misero a disposizione del Parlamento la possibilità di passare dalle parole ai fatti, cioè di cancellare il Porcellum, Letta chiese al Pd di votare contro quella mozione, ponendo sostanzialmente una questione di fiducia; il Pd si sottomise a quella richiesta e quella mozione fu votata solo da Sel, dal Movimento 5 stelle, dal deputato PDL Martino e dal sottoscritto. Questi sono i fatti. Avrei tanto voluto che i fatti stessero in altro modo. Oggi non saremmo in queste condizioni ed in questa trappola.

Oggi Enrico, per replicare a Grillo, spiega che il Pd non era contro nel merito ma sul metodo. Mi viene da sorridere: l’accusa sarebbe quella che 4 mesi fa occuparsi di legge di salvaguardia sarebbe stata un’accelerazione impropria visto l’avvio del percorso delle riforme istituzionali. A prescindere da ogni valutazione sul concetto di accelerazione, dopo anni in cui si chiacchiera inutilmente di abolizione del Porcellum, anche in questo caso parlano i fatti. Stoppare quella iniziativa è servito solo a farci trovare nell’attuale situazione d’impasse. Oggi tutti mi spiegano che per cambiare il Porcellum non ci sarebbero i numeri e che quindi si potrà fare solo qualche correzione (legata ai possibili interventi della Corte Costituzionale) e quindi, addirittura, peggiorare l’attuale legge elettorale. Non so se sarà così ma certamente questo ragionamento vale per l’oggi.
Il 28 maggio vi erano le condizioni per farlo e se non lo si è fatto è perché Letta, Franceschini, Finocchiaro e vertici del PD non hanno voluto. La conseguenza, temo di non sbagliarmi, è che torneremo a votare con questa legge o con una peggiore senza aver per lo meno garantito quello che tutti gli italiani si attendono: scegliere i propri rappresentanti. Ed i primi responsabili di questo siamo noi. Occorre dirlo. […]

 

A memorable quote

16 September 2013 → pd politica civati

[…]Nel frattempo, a parte il vostro affezionatissimo, tutti i leader del Pd la pensano nello stesso modo: si va comunque a votare nel 2015. Niente elezioni, dunque, a marzo. Ma un governo con il Pdl ancora per diciotto mesi, che in totale fanno quattro anni di larghe intese.

In bocca al lupo a tutti. Personalmente, ho un’idea diversa, e penso che il Congresso anche a questo dovrebbe servire. A dirci quando andremo a votare.

Se non lo diciamo, non si vota, non si asfalta e non si ricostruisce la sinistra. A me pare così semplice.

P.S.: ho letto sul web che alcuni sostenitori di Renzi si dicono scandalizzati perché ho proposto un «grande Pd» con Sel (sì, con Sel, vi ricordate il nostro alleato alle elezioni, che abbiamo mortificato per inseguire il centro e un po’ anche la destra, come al solito?) e con un’interlocuzione diretta con Stefano Rodotà e la sinistra costituzionale. Mi dispiace, ma questo per me è il Pd, quello vero, quello del futuro

 

I tre giorni della colomba - Il solito quotidiano piagnisteo di Civati (via superfuji)

Fammi capire, piagnisteo: tenendo presente che COMUNQUE chi rivota piddì per me è matto, quindi anche Civati, che c’è di piagnina qui? E’ forse da vittime ricordare che il piddì ha preso voti mentendo agli alleati di Sel e ai suoi elettori? E’ da piangina ricordare che le ultime elezioni hanno spappolato la coalizione anti destre per non si sa ancora bene cosa? E’ da piangina pretendere dal proprio partito l’ammissione degli errori e la discussione in un congresso?

Secondo me no, e con questo non voterò piddì. Ma non è che perché sono astemia mi fan felice nuove tasse sugli alcolici.

(via ze-violet)

Si, il piagnisteo quotidiano di Civati inizia, per quanto mi riguarda, ad essere insopportabile perché se da un lato è vero che è giustissimo quello che dice ed è normale che rappresentando l’area sinistra del pd (cioè civati….) sia parecchio incazzato e credo anche deluso, rischia di fare la fine dell’asino di buridano perché sarebbe ora che prendesse una decisione e se ne andasse rimettendosi in gioco, gioverebbe a lui e alla politica in generale, invece di rimanere nel merdaio

Reblogged from gabinetto di Violet
 

A memorable quote

16 September 2013 → quotes politica civati pd

[…]Nel frattempo, a parte il vostro affezionatissimo, tutti i leader del Pd la pensano nello stesso modo: si va comunque a votare nel 2015. Niente elezioni, dunque, a marzo. Ma un governo con il Pdl ancora per diciotto mesi, che in totale fanno quattro anni di larghe intese.

In bocca al lupo a tutti. Personalmente, ho un’idea diversa, e penso che il Congresso anche a questo dovrebbe servire. A dirci quando andremo a votare.

Se non lo diciamo, non si vota, non si asfalta e non si ricostruisce la sinistra. A me pare così semplice.

P.S.: ho letto sul web che alcuni sostenitori di Renzi si dicono scandalizzati perché ho proposto un «grande Pd» con Sel (sì, con Sel, vi ricordate il nostro alleato alle elezioni, che abbiamo mortificato per inseguire il centro e un po’ anche la destra, come al solito?) e con un’interlocuzione diretta con Stefano Rodotà e la sinistra costituzionale. Mi dispiace, ma questo per me è il Pd, quello vero, quello del futuro

 
I tre giorni della colomba - Il solito quotidiano piagnisteo di Civati
 

∞ Super hyperlink! ∞

16 September 2013 → links politica pd renzi governo

About

stat tracker for tumblr

Aroundtheweb

People I follow

hollywoodparty clairefisher burza lalumacacontrecorna carlosbigne catastrofe gastrogirl nipresa scimmiecontromano rispostesenzadomanda nevver chiarula voristrip kaw pollicinor verita-supposta scarligamerluss ciocci untemporale umanesimo aquadisale zuppadivetro quartodisecolo gargantua weofp consquisiteparole kon-igi braindead madonnaliberaprofessionista felson dxo prostata hardcorejudas yesiamdrowning saveme steff1024 zombie-hiker coqbaroque curiositasmundi bowtierecipes progvolution scriptabanane them-tasty-recipes intweetion violettabellocchio stizzofrenica micronemo rainbowarrior86 theworldsgame lollodj goddamnwalls nandinaoltrelospecchio simonerossi elanotte rupinjapan kindlerya favedifuca lupoderoma alcholandcigarettes batchiara 3n0m15 flyguy paneliquido holden1978 marcellos ze-violet virginiamanda manyinwonderland 9-bits kindalikeit bluceruleo mangorosa addictions unmatto moviesinframes laleggenoneugualepertutti morgenstern skiribilla monicabionda wehavethemunchies vivenda wtfarthistory scorpiondagger avolteesagero agrariaevita nonhotempo dkoder prezzemolo orph out-o-matic sonnenbarke acrob4t gravitazero roarmagazine blondeinside hneeta lartespiegataaitruzzi reblololo sallygreen oneblood photoshopsecrets theoriginaljoefisher imod plettrude noleadersplease stefigno robertamilano isolavirtuale groucho pensierispettinati messalaida missvengeance anarchaia niente indian-food cowboyjunkie carmenisabelasandiego orridetti novaffanculotu wollawolla mrgonzo flight101 piggyna glass86 freddacomeundolore tooby pocodopoknef unaltroinutiletumblr gala81 lenciclopop colorolamente emmanuelnegro uds geo8 lazonagrigia selvaggiamente pipcoman iwdrm filippocioni tuffatore lapitzi craftedimages dottorcarlo emmeintumblerland reversefrown kekkoz scipsy decubito escoaprendereuncaffe opencontainer maisuccesso francisdj adventurelands ottavopiano twitpanettone efexor librisulibri fortheloveoftapirsandstuff alidoro samskeyti79 andrw-j arecordaday minitoy filjander fuckyeahjumpingrob